Oggi è mer mag 23, 2018 2:34 pm




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
 Curare le verruche (papova) HPV1 
Autore Messaggio

Iscritto il: mar dic 16, 2008 6:08 pm
Messaggi: 2
Messaggio Curare le verruche (papova) HPV1
Direttamente da Wikipedia

Verruca
La verruca è una formazione cutanea indotta dal virus del papilloma umano (altrimenti noto con l'acronimo anglofono HPV che sta per Human Papilloma Virus) della famiglia Papovaviridae. Si tratta di formazioni benigne costituite da un nucleo di tessuto interno alimentato da vasi sanguigni e rivestito da vari strati di tessuto epiletale. Il virus penetra nell'epidermide e le infetta, determinandone un'eccessiva velocità di replicazione. Il contagio avviene per contatto superficiale (il virus quindi rimane confinato nella pelle e non è presente nel sangue) solitamente in luoghi molto frequentati come docce, palestre e piscine, dove il clima caldo e umido favorisce la sopravvivenza del virus in forma attiva. Mancando queste condizioni ambientali il virus non sopravvive a lungo al di fuori degli strati cutanei.
La verruca può svilupparsi in qualunque zona del corpo ma spesso interessa solamente alcuni aree specifiche (come ad esempio le mani, i piedi, i gomiti e le ginocchia) che essendo soggette a frequente traumatismo meccanico e contatto con l'ambiente esterno, è verosimile che presentino delle microlesioni in cui il virus può annidarsi.
L'aspetto della verruca varia a seconda della sede corporea colpita e del ceppo virale che l'ha provocata; distinguiamo perciò verruche comuni (o volgari), plantari, piane, filiformi etc.
Le verruche comuni hanno lo stesso colore della pelle. In genere si riconoscono dalla tipica superficie ruvida spesso crespata e di aspetto antiestetico.
Le verruche plantari compaiono solo sulla pianta del piede e normalmente interrompono il tracciato di linee e rilievi presenti sulla cute che costituiscono l'impronta del piede. Per questo motivo e per il fatto che possono presentare all'interno dei puntini scuri, non è possibile confonderli con callosità plantari. Tali puntini non sono altro che microtrombi formatisi a seguito dello stiramento delle papille. Le verruche di questo genere tendono ad essere più morbide, piatte, ricoperte da callosità e dolorose a causa della pressione esercitata durante la deambulazione.

Cure
Va detto che la maggior parte delle verruche guarisce spontaneamente anche in assenza di trattamento, tuttavia essendo sgradevoli alla vista (e nel caso di verruche plantari anche dolorose) molti decidono di curarle invece di aspettare che scompaiano. Il fenomeno dell'HPV non è mai stato soggetto di studi metodici approfonditi, per questa ragione non esiste ancora una terapia che ne garantisce totalmente la guarigione, infatti nessuna è mai stata riconosciuta come risolutiva. Le più autorevoli riviste mediche dichiarano che nessun trattamento ha una probabilità di successo superiore al 73%.

Un ruolo cardine è invece giocato dall'effetto placebo che stimola il sistema immunitario, unica causa certa della guarigione.

Asportazione chirurgica: consiste nell'asportazione totale della zona cutanea affetta. La ferita causata dal bisturi si risana ma resta più o meno evidente una cicatrice. Data la verosimile recidività della verruca questo metodo è sempre meno utilizzato.

Crioterapia: consiste nel congelamento dell'area affetta tramite azoto liquido (il medico lo nebulizza localmente con una bomboletta spray), in questo modo le cellule ustionate del derma formano una bolla e si staccano dal tessuto sottostante permettendo all'epidermide di rigenerarsi; la ferita va trattata come un'ustione e protetta dalle infezioni.

Preparati cheratolitici: consiste nell'applicazione di un liquido a base di acido salicilico, acido lattico, collodio elastico o combinazione dei tre. Questo tipo di farmaco accelera il ciclo di maturazione della verruca facendola salire in superficie e permettendone il distaccamento spontaneo.

Iniezioni intralesionali: consistono nell'iniezione di interferone all'interno della verruca stessa, tramite questo processo il virus dovrebbe morire interrompendo il proprio ciclo.

Laser: consiste nella bruciatura della verruca tramite laser.
Lattice di fico: consiste nell'applicazione del lattice di fico che sgorga da foglia, frutto o rametto appena tagliato sulla verruca. Taluni consigliano, una volta asciugato, di coprire con un cerotto, data la forte azione fotosensibilizzante.

Dato il costo spesso non indifferente di un ciclo di terapie, c'è chi preferisce ricorrere a prodotti disponibili in farmacia piuttosto che all'assistenza ambulatoriale che nongarantisce comunque l'efficacia del trattamento.

Attenzione: È sì vero che le verruche si moltiplicano nelle zone limitrofe colpite (ma anche a distanza) per autoinoculazione, ma è da considerarsi falsa la credenza popolare che per evitare che la verruca "ricresca" sia necessaria esportare una fantomatica "radice". Difatti la verruca non penetra in profondità, ma si limita all'epidermide. L'auto-incisione è una tecnica pericolosa che può procurare inutili lesioni in profondità.


mar dic 16, 2008 6:24 pm
Profilo

Iscritto il: mar dic 16, 2008 6:08 pm
Messaggi: 2
Messaggio Re: Curare le verruche (papova) HPV1
La mia esperienza personale

Sono reduce da 4 verruche plantari, mai successo in vita mia.
All'inizio, molto spaventato, pensavo che non fosse possibile; io che ero abituato ad andare ovunque a piedi scalzi, in qualsiasi parte del mondo, non c'era nessuno che potesse fermarmi, neanche mia madre! :)
Eppure era un anno secco che non andavo in piscina o in luoghi propensi alle verruche...pensai e ripensai!
Arrivai a 2 probabili conclusioni: Le scarpe troppo vecchie e sporche(Un paio di scarpe di cuoio comprate in Australia, compagne di avventura, portate ovunque in qualunque situazione, dopo un anno e mezzo non volevo buttarle neanche se mi pagavano.) oppure un picco di Stress (eh si, molte malattie vengono per questo motivo!)
I medici probabilmente darebbero altre motivazioni, ma non importa; quel che importa è il risultato.
Mi informai su internet e scoprii svariati modi: Laser, crioterapia, kit vari.... tutti molto costosi, dolorosi e non soddisfacenti (76% di probabilità).
Metodi Omeopatici o cure della nonna: Sale grosso strofinato, pomodori strofinati, latte di fico, aglio tritato pestato.
Chiesi a i miei genitori e mio padre mi disse che lui risolse con il lardo di maiale....... #-o
Bhe' non avevo nulla da perdere.. cosi decisi di usare il lardo di maiale, mio padre andò al supermercato a prendere 2,33€ di lardo, quello più economico che c'era.
Mi bendò il piede con il lardo applicato su tutte e 4 le verruche e mi disse di tener duro più che potevo. Due giorni dopo capii.. sembravo un salame ambulante.
Riapplicai per altri 4 giorni la fettina di lardo. La domenica, mentre facevo la doccia, notai che la pelle attorno alla verruca era diventata morbida, come quando si rimane troppo in acqua.
Rimasi shoccato, vedevo questo parassita in me, la mia mente rifiutò questa visione talmente tanto da voler staccare subito quella "cosa" dal mio piede. chiamai subito mio padre per aiutarmi.
Con una pinzetta la tolse senza dolore, ma ne rimase un po' all'interno.
Nel frattempo la mia ragazza si lamentava per l'olezzo che emanavo, cosi decisi di smettere la "terapia".
Il giorno dopo presi 5/6 pezzi d'aglio, li tagliai e li tritai con un cucchiaio da cucina.
Erano pronti per l'applicazione, ma me ne dimenticai completamente nei giorni successivi perchè il dolore era completamente sparito; probabilmente avevo avuto l'effetto placebo, oppure il mio corpo si e' attivato quando ho avuto ribrezzo nel guardarlo. Sinceramente non lo so'
Ma la Verruca non c'e' più. Questo e' tutto.


mar dic 16, 2008 6:53 pm
Profilo

Iscritto il: mer mar 21, 2007 2:07 am
Messaggi: 23
Messaggio Re: Curare le verruche (papova) HPV1
In farmacia puoi comprare un preparato che si chiama "acetocaustin" , è un acido caustico da applicare sulla verruca.
basta una goccia, la verruca lo assorbe e viene "bruciata" attenzione a non metterne piu di 1-2 gocce altrimenti vi rimane un cratere!
se usato correttamente fa cdere la verruca da sola nel giro di una settimana senza lasciare quasi nessuna traccia.
in caso di verruche bisogna controllare il PH del corpo che di solito è troppo acido e che quindi favorisce la prolificazione di funghi e altre amenità del genere.

_________________
La vertebra atlante può causare il mal di testa


dom gen 11, 2009 12:23 am
Profilo

Iscritto il: gio gen 07, 2010 2:25 pm
Messaggi: 2
Messaggio Re: Curare le verruche (papova) HPV1
Salve a tutti.
Da prima della scorsa estate ho sotto la pianta destra all'altezza del metatarso verso l'esterno del piede quello che credevo essere un calletto da sfregamento dovuto al cambio di calzature.
In quel periodo facevo uso di scarpe da ginnastica pressocché sempre, cosa mai fatta prima. Poi con l'arrivo dell'estate andando al mare e in piscina una volta, questo calletto si ammorbidiva e gonfiava, facendomi anche più male quando camminavo.
Poi su consiglio di mia mamma usai un cutter taglia pelle spessa, credendo appunto che fosse un calletto e cercando di rimuoverlo con l'attrezzo apposito per i calli.
Tutto questo fino a quando a dicembre mi sono decisa ad andare da un podologo, credendo che fosse un calletto.
Lui mi guarda e mi dice che non può assolutamente toccarmi e che sono verruche, mi servirà un dermatologo che dovrà bruciarle.
Sono scesa dalle nuvole. Tutto quel tempo avevo pensato ad un calletto, ed il podologo mi aveva ora detto che erano verruche. Io la piscina come sport l'avevo lasciata a dicembre dell'altro anno ancora... e non avevo curato questa cosa come verruca perchè mi dicevano tutti che se lo era con il cutter avrebbe dovuto sanguinare.
Vado dal medico di base (il sostituto perchè la mia dott non c'era quel giorno) e mi dà una soluzione da mettere con un pennellino. Si chiama condyline che ho pagato ben 21 euro e spicci.
Mi dice che forse potrà aiutarmi a non andare dal dermatologo. 3 giorni di gocce solo la mattina, con crema idratante intorno per proteggere la pelle sana, e solo su quella più grande che è grande più o meno quanto un cece essiccato. Solo che non è al di fuori, è sopraelevato di poco. Il medico di base dice che sarà un callo su vecchia verruca. Ma io con la lente la vedo, ha un aspetto squamoso e sopra e sotto altri due foretti come scavati... il podologo mi dice affrettati perchè sta infettando anche il centro della pianta.
All'altro piede sembra non ci sia nulla ma ho visto solo io da sola...
Dunque, la situazione ora è questa: ho messo il condyline che contiene podofillotossina, per 3 giorni come prescritto, sto ferma una settimana, domani dovrei riprendere perchè se non si toglieva dovevo fare per altri 3 giorni e poi aspettare ancora una settimana e se non era guarito andare dal dermatologo.
Ma oggi decido di riapplicare l'argilla in impacco come feci tempo fa.
Solo che tempo fa, quando credevo fosse un callo, applicando l'argilla per un'oretta e poi togliendola, trovavo il "callo" più gonfio, ma più morbido, così che potevo rimuoverlo con il cutter. Ma tutto si riformava.
Oggi invece dopo il condyline di una settimana fa, metto l'argilla e quando la tolgo vedo che il gonfiore è più esteso della verruca iniziale e che i due puntini scavati un po' su e un po' sotto quella grande si sono anch'essi rigonfiati, come se sotto ci fosse altra roba.
La mia domanda è: come mi consigliate di procedere? Tempo fa sospesi l'argilla perchè credevo che stesse peggiorando la situazione, ma sapendo ora che è verruca, potrebbe essere che l'argilla in qualche modo stia "tirando fuori" il batterio andato più in profondità?
Cosa mi consigliate di fare? Tiro fuori per un altro paio di giorni e poi secco con condyline?
Vorrei evitare il dermatologo perchè ho letto che cmq non sarebbe una cosa definitiva e poi sinceramente ho paura di infezioni o dolore... consigliatemi qualcosa di naturale.
Magari anche di diverso dal lardo se si può... :oops: :?

Qualcuno ha sconfitto sta cosa con l'argilla?
Grazie a tutti per l'ascolto, almeno mi confido con qualcuno :(


gio gen 07, 2010 3:18 pm
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it