Oggi è lun dic 10, 2018 7:02 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 E.F.N. - Resoconto Congresso Europeo della Naturopatia 
Autore Messaggio

Iscritto il: ven set 02, 2005 12:29 pm
Messaggi: 110
Messaggio E.F.N. - Resoconto Congresso Europeo della Naturopatia
Resoconto Congresso di Marzo 2006 a Dusseldorf (D) della European Federation for Naturopathy



Dusseldorf (Germania) Domenica, 3 Marzo 2006 ore 10.00


Peter Abels ringrazia per la fiducia concessa a lui dal direttivo.

Si può prevedere future riunioni per telefono.

Non vuole liti tra i membri del direttivo e si lamenta per la mancata elezione di Kuhlmann (della Baviera) che porta molti soci nella EFN, chiede a tale scopo un rinnovo dello Statuto (modulo di elezione del direttivo) per inoltrare entro il 15 Aprile le richieste per cambiare lo Statuto.

Tra le richieste:

• Un giudice (conciliatore) arbitro delle questioni tra soci
• Inserire la possibilità di contatti telefonici tra i membri del direttivo
• Uso della cassa dell’anno precedente, invio delle spese e dei versamenti di ogni associazione
• Stesura dello statuto in Inglese (la lingua principale dello statuto)
• Invio delle documentazioni in Inglese, oltre che in tedesco
• Uscita di una rivista in inglese/tedesco, cui parteciperanno i soci con articoli da pubblicare


Abels risponde alle domande sulla eventuale facoltà di Omeopatia e citando la sentenza di Bolzano (Italia) , dichiara che la situazione italiana senza una legge è favorevole per noi, ma la richiesta di una facoltà va comunque portata avanti, incoraggiando però i Verdi alla creazione di una figura più generalizzata (il Naturopata e non l’Omeopata); se le nostre discipline non sono scientifiche, va bene, creiamo una figura al di fuori degli studi accademici, perché comunque tali discipline sono richieste dalla gente.


In futuro l’EFFN invierà in Italia (come richiesto) tutte le notizie sugli incontri a Bruxelles, per pubblicarli su Essenzialmente Energia (http://www.essen.it) ; ad esempio il mese prossimo saranno a Berlino per discutere di tutti i rimedi ritirati in Germania, ed incontreranno la ECHAMP in Aprile






Dusseldorf (Germania) Venerdì, 3 Marzo 2006, ore 15.00

PETER ABELS (D, presidente dell’EFFN)

• richiesta di aumento del numero dei soci che formano il direttivo da decidersi nella riunione del prossimo autunno.
• “focus” sull’ultimo anno in Germania, i nuovi contatti sono sempre più difficili , tutti i tentativi delle associazioni europee di integrare la naturopatia nella sanità pubblica, non hanno avuto successo, anzi la naturopatia ha generalmente perso terreno poiché esiste un piano per non riconoscerla a livello ufficiale.
• In Germania abbiamo perso la medicina neurale (neuralterapia), l’EFFN ha fatto un ricorso legale
• La HEEL (ditta farmaceutica di prodotti omeopatici) mercoledì prossimo avrà un incontro col Ministero della Salute perché l’assicurazione non paga più i rimedi omeopatici (pagano solo quelli per via orale, non le creme, le iniezioni, le supposte, le frizioni, ecc), ma sostiene gli interventi dei medici. L’EFFN riesce a contrastare tutto ciò solo in misura del suo potenziale economico, mentre le altre associazioni di Naturopatia non hanno fatto nulla per difendere la neuralterapia e il rimborso dei rimedi omeopatici.
• Il tentativo inglese di ottenere un “Bachelor” è stagnante.



OLANDA

Le associazioni non vogliono uno standard alto nella formazione come quello richiesto dalla EFFN e cercano un riconoscimento per categorie (omeopati, chiropratici, ecc)


PETER ABELS (D)

• L’università di Graz (Germania) ha creato una cooperativa di scuole europee ed extraeuropee che promuovono una specializzazione in “Medicina Alternativa” cui possono partecipare solo coloro che possiedono una laurea (medici, infermieri, ecc)
• Tutte le associazioni europee hanno inviato una lettera al Papa per chiedere spiegazioni sulle dichiarazioni relative alla Naturopatia, dichiarata “esoterica” (l’esorcismo, fa parte della naturopatia?)
• Un nostro amico giornalista contatterà 50 giornali a tiratura nazionale per esporre le nostre idee, nessuno ci vede, dobbiamo entrare nella stampa comune. Se dovessero passare certe leggi avremo 18 milioni di persone escluse dal lavoro e il 70% della popolazione europea sarebbe ignorata nelle sue aspettative.
Dobbiamo trovare un’assicurazione comune per tutti i naturopati (tedeschi o europei) che paghi i loro servizi.



GEYER (GB)


L’università di Westmister era disposta ad aprire uno spazio per un corso di Naturopatia di 3-4 anni, ma le scuole europee volevano ciò come “francising” e l’università ha rifiutato, anche per gli alti costi di traduzione (i corsi erano in lingua tedesca).
Anche Olanda e Svizzera vogliono corsi di naturopatia a basso livello di formazione





Presidente dell’assemblea, Sig. Link

• APPROVAZIONE CASSA 2005
Avanzo di 1200 euro
Richiesta di approvazione (approvato all’unanimità)
• ELEZIONE DELLA NUOVA PRESIDENZA (da statuto)
Viene rieletto Peter Abels (unico candidato)all’unanimità, per i prossimi 3 anni
Ogni paese ha diritto ad un voto per ogni 500 iscritti (Italia, 2 voti)
• ELEZIONE DEL DIRETTIVO (4 membri, 5 candidati)
1° eletto: RIEMER
2° eletto: ORTLIB
3° eletto: SEIDL
4° eletto: GEYER (GB)
Unico non eletto KUHLMANN (Baviera)


ABELS (D)


Il ministero della Sanità tedesco consiglia di non dare antibiotici ai bambini, in caso di otite, ma di utilizzare i rimedi omeopatici.

• Il presidente Abels si congratula con l’Italia per il lavoro fatto dalla ESSEN, che ha raggruppato 9 associazioni, poiché, per lavorare a Bruxelles l’EFFN ha bisogno assoluto d’informazioni e di sostegno dalle periferie nazionali.


DANIMARCA

Esistono molti gruppi diversi e ognuno di essi vuole creare un suo gruppo (omeopati, kinesiologi, ecc)

FRANCIA

Abbiamo sentito poco l’EFFN (poche notizie)
In Francia si possono ancora avere tutte le piante……..


ABELS (D)

L’EFFN quest’anno ha dovuto concentrarsi su grossi problemi in Germania.
Esiste una legge europea che garantisce il commercio in ogni stato di un prodotto legalizzato anche in un solo paese membro.
Abels è molto amareggiato dalla situazione, perché grandi associazioni di naturopati in Germania sono più d’ostacolo che d’aiuto ad un riconoscimento di alto livello della nostra professione.
Dobbiamo mantenere i contatti coi politici.
I rimedi cinesi importati in Germania sono di qualità molto scadente.


GEYER (GB)

In Inghilterra abbiamo fatto una campagna popolare contro la legge europea sulle vitamine (sintetiche si, naturali no) e abbiamo raccolto talmente tanti soldi che ci siamo permessi un ricorso legale a Bruxelles, che abbiamo vinto.


ABELS (D)

Lo sforzo che stiamo attuando è quello di ottenere in almeno tre paesi membri contatti con le università (“bachelor”, corso di laurea breve, con tesi per i naturopati che già operano), ma non tutte le associazioni sono interessate, perché temono di perdere una parte delle loro scuole (basso iter formativo).
Riguardo alla richiesta italiana della facoltà di Omeopatia, Abels ritiene che le richieste universitarie siano giuste, ma si dovrebbe chiedere l’Università di Naturopatia, non di singole discipline.


Richiesta d’informazioni all’Italia sulla scuola di Rudy Lanza e su Daniel Kieffer, francese (presente al Sana, scuola di naturopatia di 3500 ore?)
Richiesta di referenti e di commercianti per il prossimo congresso EFFN




Dusseldorf (Germania) Sabato, 4 Marzo 2006, ore 11.00


Moderatore: Ekkehard Link (4° da sx)


ABELS, Presidente EFFN (6° da sx)

Ogni anno abbiamo 40.000 morti per gli effetti collaterali dei farmaci, mentre i costi dei rimedi naturali salgono sempre più, diventando inaccessibili.
La Medicina Complementare è stata tolta dal programma sanitario del Parlamento Europeo, mentre il 70 % della popolazione la vuole.
I politici non sanno in che direzione andare, siamo frustrati e stanchi e ci troviamo ad agire contro una politica che non vuole gli interessi della gente.
In Germania abbiamo avuto 636 casi di complicazioni con anestetici, tutti fatti da medici e non da naturopati (!), con questa motivazione la neuralterapia (procaina, lidocaina) è stata tolta ai naturopati! (qualcuno ci spieghi cosa succede….)



Frau STEPHEN (gruppo dei Verdi) (2° da sx)

Queste critiche ai politici sono troppo dure, il vero problema è la dominanza assoluta delle industrie farmaceutiche, e i naturopati non sono gli unici ad essere danneggiati.


Dott. ROMBERG (FDP, liberali, medico) (3° da sx)

Siamo per la libertà di scelta terapeutica, il problema è la mancanza di concorrenza (!) tra le terapie e le assicurazioni.

ABELS (EFFN): oggi 18 milioni di tedeschi sono poveri e non possono permettersi un’assicurazione.


STEPHEN (Verdi): la questione non è quanti sodi ci sono, ma per che cosa si usano, campagne per antibiotici, chemioterapia o medicine alternative?


Dott………(Presidente dei Medici Omeopatici Tedeschi) (5°da sx)

L’allarmismo non è utile, l’omeopatia esiste da 200 anni senza prove scientifiche e continuerà ad esistere.
Le tendenze all’allarmismo (omeopatia, aviaria, leggi varie, ecc) non servono, bisogna rimanere razionali, il “doppio cieco” funziona solo se tutto è standardizzato, questo è un paradigma scientifico inutile in omeopatia.


Dott. FOLKMAN, medico (1° a sx)

La ricerca in “doppio cieco” funziona solo se ci sono due ciechi!
I nostri politici vogliono sapere come si fa una terapia, ma in realtà dovrebbero interessarsi del motivo per cui ci sono sempre più malati (cibi, inquinamento, farmaci, ecc)


ABELS, Presidente EFFN (6° da sx)

In Francia sono stati cancellati solo tre fitoterapici, in Germania molti…..come possiamo fidarci di una politica che vuole regolamentare tutto!
Siamo sull’orlo del disastro!
Creano burocrazia per fare alzare il prezzo dei prodotti e farci fallire.
Creano burocrazia per impedirci di lavorare, perché?
Nel 2004 si era deciso di regolamentare l’omeopatia a livello europeo, ma alla votazione tutto è crollato e si è demandata ai singoli paesi la regolamentazione…..



Frau STEPHEN (gruppo dei Verdi) (2° da sx)

Nel sistema sanitario il potere è in mano alle industrie farmaceutiche e ai medici, i naturopati e gli omeopati contano poco )non vengono nemmeno sentiti), l’unica chance che abbiamo è diventare una “lobby”, così potente da avere voce in capitolo, con alleati a livello sociale.

Dott………(Presidente dei Medici Omeopatici Tedeschi) (5°da sx)

Non c’è bisogno di avere così paura, ma quando gli organo-preparati, le alte potenze omeopatiche, la neuralterapia, vengono tolti dal mercato, siamo di fronte ad un non-senso!

Dott. FOLKMAN, medico (1° a sx)

Mercurius D30 è stato ritirato dalla vendita, perché giudicato pericoloso, e il mercurio delle amalgame dentarie non è pericoloso?

ABELS, Presidente EFFN (6° da sx)

Naturopati e medici naturopati sono troppo deboli, dovremmo unirci e perdere le nostre paure di concorrenza tra medici e non medici, il contatto tra queste due categorie è obbligatorio.
La politica è senza potere reale, dobbiamo ricominciare dal sociale.



Dott. FOLKMAN, medico (1° a sx)

Qualcuno ha ricevuto 1000 euro di multa perché ha trattato un povero che non poteva permettersi l’assicurazione e la legge tedesca lo proibisce!


Frau STEPHEN (gruppo dei Verdi) (2° da sx)

Le assicurazioni sono troppo care e dovrebbero pagare per tutti i rimedi naturali.


Link:


Unione Naturopati - http://www.unionenaturopati.org

European Federation for Naturopathy - http://www.effn.org


mar mar 28, 2006 4:31 pm
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it