Oggi è sab feb 24, 2018 11:45 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 Il MEG (Generatore Elettromagnetico) 
Autore Messaggio
Messaggio Il MEG (Generatore Elettromagnetico)
Fonte: http://www.xmx.it/MEG.htm

Finalmente inizia a parlarsene anche in Italia, e iniziano anche i primi esperimenti. Il 26 Marzo 2002 negli USA è stato brevettato il "Generatore Elettromagnetico Immobile" abbreviato in "MEG" (dall'inglese "Motionless Electromagnetic Generator"), col numero U.S. 6,362,718.

L'annuncio è particolarmente importante perché l'ufficio brevetti è sempre stato estremamente scettico sui dispositivi free-energy, considerati (a torto) parenti stretti dell'impossibile "moto perpetuo". Dunque, perché questa volta il brevetto è stato concesso? Forse il MEG funziona davvero? A giudicare dalla serietà delle persone coinvolte, dal brevetto e dal fervore di attività di ricerca, parrebbe proprio di sì. Ma andiamo con ordine.
Il brevetto è stato registrato da Thomas E. Bearden, Ph.D, e altri quattro ricercatori (James C. Hayes, Ph.D - James L. Kenny, Ph.D - Kenneth D. Moore, B.S. - Stephen L. Patrick, B.S.).Da molto tempo il Dott. Bearden ingegnere nucleare e Colonnello in pensione dell'Esercito, stava indagando sulla free-energy, e assieme ai suoi colleghi ha costruito diversi prototipi funzionanti di apparecchiature free-energy.
Il MEG produce energia elettrica, apparentemente dal nulla, intercettando le onde longitudinali elettromagnetiche che esistono in abbondanza quasi infinita nel vuoto dello spazio. Questo oceano di energia che permea tutto, qualche volta è chiamato "energia del punto zero", poiché permane anche alla temperatura dello zero assoluto. Secondo la teoria, il MEG non infrange la legge di conservazione dell'energia, infatti la "conservazione" avviene attraverso il continuum spazio-temporale.

Le premesse
Sapevate che dalla versione originale delle equazioni di Maxwell (quelle che descrivono l'elettromagnetismo) è stato in seguito tolto un termine importante che sembrava inutile? Invece inutile non era, ma si è sempre studiato e insegnato in base alla versione "censurata" delle sue equazioni. E per questo noi oggi conosciamo solo una parte dell'elettromagnetismo...
La ricerca del Dr. Bearden e soci è dunque partita dalle equazioni originali dell'elettrodinamica, e dalla rivisitazione del suo antiquato "modello standard", constatando che ai suoi fenomeni sono applicabili le leggi della dinamica dei fluidi. Considerando il campo magnetico come un fluido, e applicando questa similitudine alla osservazione delle anomalie nella saturazione magnetica dei materiali, l'equipe di Bearden ha concepito teorie ed esperimenti. Le ordinarie onde elettromagnetiche che ci sono familiari, sono chiamate onde 'trasversali' per distinguerle dalle onde elettromagnetiche 'longitudinali' del vuoto. Dove c'è un campo elettromagnetico c'è anche un flusso invisibile di onde longitudinali che oscilla nel vuoto locale. Questo è un fatto, non una teoria. Si pensava però che, a causa delle Leggi della Termodinamica, fosse impossibile sfruttare questa "parte" del campo. Il tempo stesso sarebbe però, in effetti, energia "compressa", e che può essere estratta, e il MEG sa farlo.

Fausto Intilla
http://www.oloscience.com


mer nov 15, 2006 7:49 pm
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it